About event

SAVE THE DATE!
MASSIMO PASCA
Live Painting ! Incontro con l’artista

Sabato 03.12.22

ore 13:00 Live Painting
ore 18:30 incontro con l’artista
Presentazione libro “Storiella Bonsai” di Max Nocco
illustrazioni di Massimo Pasca
Siamo felici di ospitare Massimo Pasca per un evento unico di performance live painting nella vetrina di Semm.
Massimo Pasca è un artista incredibile, unico nel suo genere e di grande generosità: sono sue le bellissime illustrazioni che ci ha regalato negli anni in occasione degli eventi Record Store Day.
Finalmente abbiamo l’occasione di ospitare dal vivo Massimo Pasca, (dopo 9 anni dalla sua prima performance live in negozio nel 2013) e nella seconda parte dell’evento, l’artista incontrerà il pubblico per la presentazione del libro “Storiella Bonsai”, scritto da Max Nocco di cui ha curato tutte le illustrazioni
Massimo Pasca

MASSIMO PASCA

Artista poliedrico considerato uno dei più attivi live painter italiani. Già dal 1994 porta sulle coste pugliesi il concetto di live painting con numerosi happening in compagnia di dj, musicisti e poeti.

Ha realizzato live painting per marchi quali: Uniposca Coloring Francia, Jaguar Motors, Red Bull, Caparol Italia, Merry Autmn, Overskin Clothing, SwapMuseum, Dodai studio Firenze, FOOO Student Hotel.

Ha illustrato per riviste come Il Mucchio, 7 del Corriere della Sera, Pobazine, Arbiter, Collettivo Mensa, Todo Magazine, Lungarno, Take it easy Magazine, Qui Salento, Lamantice Mag

MASSIMO PASCA

Ha lavorato con le etichette discografiche Elastica, Irma Records, Alfa Romeo e Arroyo Record, e realizzato gli artwork di diversi musicisti, tra i quali: il maestro Antonio Infantino, I Negrita, i Muffx, Manu Phl,, Andrea Mi, Uk Alien, Marzio Aricò e Alfa Romero, Max Nocco, Mesmerising.

Ha esposto in italia e all’estero con mostre personali in Belgio, Francia , Canada e Germania, i suoi lavori sono presenti in collezioni pubbliche e private.

LIBRO ” STORIELLA BONSAI”

Libro Storiella bonsai di Max Nocco , illustrazioni di Massimo Pasca“Max Nocco sceglie la via del bozzetto, del racconto brevissimo, per condividere i suoi pensieri in merito ad alcuni dei suoi amori, ad alcune delle sue amicizie straordinarie,
tutte intercettate sul piano altro della realtà in cui ogni melomane vive. E lo fa stimolando efficacemente chi già non è in intimità con alcune di queste figure a intercettarle a sua volta nel mondo dei suoni.
Ma poi, in fondo, chi lo ha detto che gli artisti debbano per forza essere i “creatori”? Forse quell’universo dei suoni esiste, parallelo al nostro, o intrecciato al nostro, e tutti gli accoliti si muovono in esso assumendo vari ruoli, a volte interscambiabili. Max ci invita a toccare il mistero, ad annusarlo, ad assaggiarlo, a vederlo, ad ascoltarlo.”

Enrico Merlin

“Ci sono racconti che meritano di essere letti al cospetto di uno zibibbo. Da soli, in un raro momento d’ozio della giornata. O magari dopo aver innaffiato un bonsai che vince su tutto il resto, semplicemente restando immobile in un angolino del proprio spazio. E che tutto converte con la forza dirompente di una quiescenza suprema, al di sopra di ogni cosa. Max Nocco non è di certo un giardiniere. Tantomeno un sommelier. E’ innanzitutto un appassionato totale di musica. Un batterista, un musicista capace di tirare fuori perline come questa e un apprezzato disc jockey. Ed è soprattutto una penna sincera. L’urgenza dell’analisi storica, della piroetta e dell’effetto non abita in lui. Insomma, se Nocco fosse una prima punta, non proverebbe mai più di una volta il tiro a giro da fuori area, ma andrebbe in porta dialogando con il fantasista, nella fattispecie Massimo Pasca, la matita che realizza i disegni da corredo ai suoi racconti. Buona parte dei racconti sono accompagnati da un disegno di Pasca che ne estende la percezione. C’è dunque simbiosi tra narrazione e tratto. Le linee amplificano le lettere.”

Giuliano Delli Paoli